_DSC4787p

Era nell’aria da un pò … ! Me lo aspettavo che Livio decidesse di cambiare nome e di realizzare progetti personali anche al di fuori dei confini Hip Hop slegandosi un pò (nel nome) da Huga Flame. Già nel progetto  Tevenisse, di cui ho promosso il singolo Evidentemente, aveva deciso di firmarsi  Livio Perrotta insieme ad Anwar Maggi (fondatore di Bastardidentro).

Leeve era la chiave mancante. Il nome  destinato a un artista che vive in chiave di sol da sempre. Trovo il nome perfetto. Non ho idea da dove sia uscito …  in tutta questa frenesia della situazione in cui stiamo vivendo non ho trovato un attimo per domandarglielo. Quando me lo ha comunicato la sensazione che ho avuto é stata paradisiaca.

Leeve si pronuncia all’Inglese come “leave”, il verbo partire. Lui evoca questo. Un viaggio, una meta, un arrivo, un ritorno. La sensazione di libertà. Questo nome é proprio per lui. Che non si é mai abbottonato a un pregiudizio o a uno stereotipo. Leeve é Livio. Un compositore che emoziona ad ogni progetto. E’ passione, carica, lacrime, sorrisi. Leeve é é un percorso. E’ vita.

“Marsiglia” é uscito da pochi giorni. La produzione e la voce sono di Leeve insieme a Sonya (la Sonya di Troppo Complicato feat Huga Flame). Il testo é stato scritto da Fernando Di Cristofaro. Del mix e del mastering si é occupato Roberto La Torre (Seck). Della copertina e delle grafiche il grandissimo Andrea Brumana (Palla Da Phella). Il brano esce sotto etichetta Platinum ed é distribuito da The Orchard (Sony Music).

Quando ho brani del genere da promuovere, per me é semplice.
Non parte mai solo una newsletter, ma un pezzo di cuore.

In pochi giorni “Marsiglia” sta ottenendo ottimi risultati.
«Il singolo— ha dichiarato Leeve —, parla della cosa più semplice, bella, immortale al mondo: le relazioni umane. E ciò, in un periodo come quello che stiamo vivendo e che ci vede costretti a casa per la minaccia del Covid 19 è un augurio a tornare a riabbracciarci come prima e a darci, di nuovo, un altro primo appuntamento. Senza più, però, dare per scontato la potenza meravigliosa e comunicativa dell’amore»

 

Tag: