51243163_1669258629886288_2332225726297669632_n

Polly é il mio Petit Mauresque.
Parla la lingua internazionale dell’amore. E se state pensando alle smielate coccolose intrise di  cuori siete fuori strada.
Polly é amore. Per l’Hip Hop. Rappresenta la passione, lo “sbatti”, il non demordere, il non arrendersi. Lui é sociale. Ha le idee e le esprime.

Lavoro con Polly da anni. Per come é genuino lui … credo di poter affermare che sia uno degli artisti più sottostimati del territorio Emiliano-Romagnolo. Avrebbe potuto leccare culi dopo la sua esperienza con “Il lato oscuro della costa”. Ma si é preso una pausa. Si é messo in disparte e ha provato a vivere la sua vita.

I “come”, i “ma” … i “cosa é successo” … sono storie sue. Sta di fatto che é tornato. E con la più grande umiltà di sempre ha cominciato tutto da capo. Non ha chiesto nulla. Debiti, favori, agevolazioni … ” Si é ripresentato come Polly e tirandosi fuori da solo da una situazione di melma, ha camminato “nei vicoli bui” : splendendo.

Prima é uscito “I’m not the future”, mi pare due o tre anni fa. Poi, lo scorso anno, é stata la volta del suo primo disco ufficiale come solista distribuito da BM records : Petit Mauresque di cui sono stati estratti ben quattro singoli.

Oggi, che ho deciso di scriverne, é stata la volta del quarto pezzo : Arcobaleno Nero.
Questo capitolo é il conclusivo rispetto al disco. Mi sento felice e triste allo stesso tempo : siamo alla fine, ma anche all’inizio.
L’esaltazione si alterna alla malinconia.

Siamo passati alla stesura dei comunicati, al modo migliore per fare promozione ma senza snaturare l’attitudine di Polly. Abbiamo discusso, parlato. Ci siamo scontrati mille volte col mondo del cazzo che governa l’industria musicale. Ci sono state le risate, le prese per il culo, le storie, le vite personali … ! C’é perfino stata la Brexit e il coronavirus. Polly che mi diceva di comprare fagioli e io che ho fatto scorta di maschere idratanti per il viso.

In questo disco … ci sono stata anche io. E spero con tutto il cuore di poter essere anche nel prossimo. 
Polly fa parte di quelle “persone care” che “vanno tenute strette”. 
Polly é Polly. Ma per me é anche Federico.

www.instagram.com/polly_rap
www.facebook.com/pollyimnotthefuture

Tag: